PASQUALE CIACCIARELLI

Contributi per lavori finalizzati alla manutenzione degli edifici comunali destinati ai servizi di Scuola dell’Infanzia e/o Sezioni Primavera

Contributi per lavori finalizzati alla manutenzione degli edifici comunali destinati ai servizi di Scuola dell’Infanzia e/o Sezioni Primavera

Il presente Avviso è finalizzato alla realizzazione di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, unitamente ad interventi di efficientamento energetico, nelle “Suole dell’Infanzia” comunali e delle “Sezioni Primavera” comunali, promuovendo, al contempo, un generale miglioramento degli standard delle strutture pubbliche destinate ai bambini dai 24 mesi ai 6 anni con ambienti più sostenibili, sicuri e confortevoli. Nell’ambito degli specifici obiettivi del D.lgs.

n.65/2017, la Regione Lazio ha infatti individuato, con la Deliberazione di Giunta Regionale 4 dicembre 2023, n.859, tra gli interventi prioritari quello di proseguire un virtuoso percorso di riqualificazione delle strutture a titolarità pubblica

Ai fini del presente Avviso, valgono le seguenti definizioni:

– “Manutenzione ordinaria”: si riferisce a quanto previsto alla lettera a) dell’art.3 del DPR n.380/2001, ovvero gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.

– “Manutenzione straordinaria”: si riferisce a quanto previsto alla lettera b) dell’art.3 del DPR n.380/2001, ovvero le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino mutamenti

urbanisticamente rilevanti delle destinazioni d’uso implicanti incremento del carico urbanistico.

Nell’ambito degli interventi di manutenzione straordinaria sono ricompresi anche quelli consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga

l’originaria destinazione d’uso. Nell’ambito degli interventi di manutenzione straordinaria sono comprese anche le modifiche ai prospetti degli edifici legittimamente realizzati necessarie per mantenere o acquisire l’agibilità dell’edificio ovvero per l’accesso allo stesso, che non pregiudichino il decoro architettonico dell’edificio, purché l’intervento risulti conforme alla vigente disciplina urbanistica ed edilizia e non abbia ad oggetto immobili sottoposti a tutela ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

– “Efficientamento energetico”: si intende l’insieme di azioni e modifiche progettate per ridurre il

consumo di energia di un edificio già esistente, di un impianto o di un sistema, con lo scopo di migliorarne la classe energetica preservando o migliorando nel contempo le prestazioni e la qualità del servizio offerto. 1

– “Scuola dell’Infanzia”: si intende il percorso di istruzione destinato ai bambini dall’età di 3 anni all’età di 6 anni e che precede la scuola primaria.

– “Polo per l’Infanzia”: accoglie, in un unico plesso o in edifici vicini, più strutture di educazione e di istruzione per bambine e bambini da zero a sei anni di età, nel quadro di un percorso educativo di continuità pedagogica che miri a rendere più armonioso il passaggio dal nido a Scuola dell’Infanzia, in considerazione dell’età e nel rispetto dei tempi e degli stili di apprendimento di ciascuno. I Poli per l’Infanzia sono altresì definiti dall’art. 3 del Decreto legislativo n.65/2017 e

dalla L.R. n.7/2020. Per quanto riguarda il presente Avviso si intendono esclusivamente i Poli per l’infanzia composti da una “Scuola dell’Infanzia” comunale abbinata esclusivamente ad una “Sezione Primavera” comunale.

– “Sezione Primavera”: si intende il servizio definito dall’art.2 della Legge Regionale 5 agosto 2020, n.7, a titolarità pubblica, attivo e funzionante nell’edificio oggetto di intervento. Qualora la Sezione Primavera sia attiva nello stesso immobile con una Scuola dell’Infanzia, viene definito un “Polo per l’Infanzia” per la partecipazione al presente Avviso.

– “Edifici vicini”: due edifici adiacenti con area esterna in comune oppure due edifici poco distanti ciascuno con un’area esterna distinta ma confinante e comunicante con l’altra.

– “Ordini e gradi” degli istituti scolastici: si intende la suddivisione dei livelli educativi in base all’età degli studenti ed al livello di istruzione fornito (Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di Primo grado, Scuola Secondaria di Secondo grado).

– “Edifici scolastici”: immobili con destinazione urbanistica “scuola” e categoria catastale B5 in cui sia assente il servizio pubblico di nido comunale o sezione primavera comunale;

– “Popolazione residente”: la popolazione iscritta in anagrafe e residente nel territorio comunale o del Municipio del Soggetto Proponente, senza distinzione di genere ed età, così come risultante

dalla banca-dati dell’ISTAT aggiornata al 1°gennaio 2024, il cui estratto è allegato al presente Avviso;

Programmazione delle risorse del Fondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli