PASQUALE CIACCIARELLI

OCM VINO – RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI (CAMPAGNA 2024-2025)

OCM VINO – RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI (CAMPAGNA 2024-2025)

bando pubblico attiva l’applicazione regionale per la campagna 2024/2025 dell’intervento del settore vitivinicolo della Ristrutturazione e riconversione dei vigneti, inserito nel Piano Strategico Nazionale della Politica Agricola Comune per il periodo di programmazione 2023/2027.

L’intervento della Ristrutturazione e riconversione dei vigneti ha l’obiettivo di incrementare la competitività dei produttori di uva, di favorire la riqualificazione ed il rinnovamento dei vigneti e di incentivare la meccanizzazione al fine di ridurre i costi di produzione e aumentare la sostenibilità in tutte le sue dimensioni (economica, ambientale e sociale) del settore vitivinicolo.

beneficiari del sostegno sono le persone fisiche o giuridiche che conducono vigneti con varietà di uve da vino o che detengono autorizzazioni al reimpianto dei vigneti valide. Le eventuali autorizzazioni all’impianto da utilizzare devono essere definite prima della finanziabilità.

Rientrano tra i beneficiari di cui sopra i seguenti soggetti:

imprenditori agricoli singoli

associazioni di produttori vitivinicoli riconosciute

cooperative agricole

società di persone e di capitali esercitanti attività agricola

consorzi di tutela e valorizzazione vini DOP e IGP

Al momento della presentazione della domanda di sostegno i soggetti debbono essere conduttori di vigneti impiantati con varietà di uve da vino classificate per la coltivazione nella Regione Lazio o detenere autorizzazioni al reimpianto di vigneti, ad eccezione delle autorizzazioni per nuovi impianti di cui all’articolo 64 del regolamento (UE) n. 1308/2013, come modificato da regolamento (UE) 2021/2117 e delle autorizzazioni per conversione di diritti di reimpianto trasferiti da altra azienda così come stabilito dalla nota della Commissione Europea Ref(2016)7158486 del 23/12/2016, punto 9.

Sono ammissibili le seguenti attività:

RICONVERSIONE VARIETALE dei vigneti, che consiste nel reimpianto sullo stesso appezzamento o su un altro appezzamento, con o senza la modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite, ritenuta di maggior pregio enologico o commerciale;

RISTRUTTURAZIONE dei vigneti, che consiste:

nella diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per l’esposizione sia per ragioni climatiche ed economiche;

nel reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa particella ma con modifiche alla forma di allevamento o al sesto di impianto.

Le attività di cui ai punti precedenti si realizzano attraverso il reimpianto di una superficie vitata:

mediante l’utilizzo di una autorizzazione al reimpianto in possesso del beneficiario in corso di validità;

estirpando un vigneto presente sul Fascicolo aziendale con successiva acquisizione della relativa autorizzazione al reimpianto;

con l’impegno ad estirpare un vigneto esistente, di pari superficie, in conduzione sul  Fascicolo aziendale al momento della presentazione della domanda di sostegno;

mediante conversione di un diritto di reimpianto iscritto nel Registro nazionale a condizione che la richiesta di conversione sia avvenuta entro e non oltre il 31 dicembre 2022 e il diritto non provenga da trasferimento da altra azienda.

Le domande di sostegno possono essere presentate in forma singola o in forma collettiva.

La superficie minima per domanda di sostegno di 0,50 ettari per tutte le attività, ridotta a:

  1. 0,30 ettari, in caso di interventi di richiedenti che, alla data di presentazione della domanda, conducano una superficie agricola utilizzata a vigneto inferiore o uguale a 3 (tre) ettari o per il caso di progetti collettivi;
  2. 0,10 ettari, in caso di interventi di:

reimpianto di “vigneti eroici” iscritti nel Registro regionale;

reimpianto di “vigneti storici” iscritti nel Registro regionale;

reimpianto con domande su appezzamento singolo attinenti alla “Viticoltura eroica”;

reimpianto a seguito di estirpazione obbligatoria per ragioni sanitarie e fitosanitarie.

Deve prevedersi:

l’impiego di varietà di uve da vino comprese tra e varietà riconosciute idonee alla coltivazione e classificate dalla Regione Lazio in conformità all’Accordo tra il Ministero e le Regioni e le PP.AA. del 25 luglio 2002;

l’impiego di materiale vivaistico prodotto nel rispetto del decreto legislativo 2 febbraio 2021 n. 16 concernente Norme per la produzione e la commercializzazione dei materiali di moltiplicazione della vite;

la realizzazione di vigneti realizzati utilizzando forme di allevamento a SPALLIERA (es. Guyot, Cordone speronato, o sistemi di potatura similari), CORTINA, G.D.C., tali da permettere un agevole uso delle macchine operatrici. Forme ritenute le più adatte ad una produzione di qualità per la peculiarità dei vitigni e le caratteristiche ambientali degli ambienti viticoli laziali.

Fanno eccezione le forme di allevamento impiegate per interventi su “vigneti storici”, di cui al seguente paragrafo delle presenti disposizioni, che debbono essere reimpiantati prevedendo la forma di allevamento tradizionale che ne ha consentito il riconoscimento ed iscrizione nel Registro regionale;

l’esclusivo impiego di strutture di sostegno nuove;

Modalità di presentazione della domanda e scadenza

All’atto della presentazione della domanda di sostegno, la modalità prescelta per l’erogazione dell’aiuto:

pagamento a collaudo dei lavori, oppure,

un pagamento in forma anticipata nella misura dell’80% sul totale del contributo ammesso a finanziamento previa presentazione di garanzia/cauzione, con successiva liquidazione del saldo al collaudo, al netto dell’anticipo.

La domanda di sostegno (con eventuale richiesta di anticipo) è disposta mediante piattaforma SIAN in base ai contenuti informativi del fascicolo aziendale e del piano di coltivazione e dagli esiti dei controlli SIGC che sono stati esercitati sui dati stessi.

riconversione vigneti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli